4 buone abitudini dei bambini che perdiamo da adulti #3 Stare all’aria aperta

4 buone abitudini3

Si, anche in autunno e in inverno. Anche nelle giornate nuvolose o piovose, ma perché?

I benefici si avvertono a livello fisico, emotivo e psicologico.

Vitamina D Di recente non c’è quasi nessuna persona che io conosca che non mi abbia parlato di una carenza di vitamina D emersa dalle analisi del sangue. Questo in parte può essere dovuto ad una maggiore informazione dei medici a riguardo, ma anche al fatto che semplicemente la maggior parte di noi non trascorre abbastanza tempo all’aria aperta e alla luce, elementi essenziali per sintetizzare questa vitamina. Anche mezz’ora di esposizione ad un pallido sole invernale è sufficiente. Ma perché è tanto importante? Ecco alcune conseguenze della sua carenza: dolori alle ossa e debolezza muscolare, problemi cardiaci, asma, disturbi cognitivitristezza immotivata , depressione.

Dunque, prima di diagnosticarci una sindrome da affaticamento cronico o una depressione, accertiamoci di non essere semplicemente carenti di vitamina D e, soprattutto, accertiamoci di non rimanerne a corto, passando più tempo all’aria aperta.

terzo2

Qui ed Ora: benefici per concentrazione, creatività, funzioni cognitive, emozioni

Vi siete mai accorti che quando andate in vacanza vi sembra che la vostra mente rinasca e riuscite a rilassarvi? Questo perché vedete tante cose nuove che catturano la vostra attenzione e non vi fanno distrarre: siete nel Qui ed Ora.

Anche uscire dalla routine quotidiana per passare del tempo all’aria aperta (anche solo mezz’ora) da gli stessi benefici.

I bambini lo sanno, ogni cosa è una scoperta: un bruco, una lumaca che tira su le antenne, una foglia che scrocchia sotto il piede. Quando è stata l’ultima volta che avete guardato una lumaca per rimanere affascinati dal modo in cui tira su le antenne, anzichè pensare di schiacciarla o mangiarla con il sugo?

Stare nel momento presente da riposo alla mente ed alle emozioni che possono spegnere per qualche tempo le preoccupazioni quotidiane.

In questo modo si evita il loro sovra affaticamento, che nel tempo porta a disturbi del sonno, disturbi della capacità di ragionamento logico, memoria e concentrazione, problemi nella capacità di vivere le emozioni, riduzione della creatività e della capacità di risolvere i problemi.

terzo1

E se piove? Un amico chimico dice sempre “l’uomo non è solubile in acqua!”.

Quale è la cosa peggiore che vi può capitare? Un raffreddore? Vi prego! Godetevi la pioggia, come giustamente fanno i bambini, sentite le gocce sul viso, ascoltate il rumore, saltate le pozzanghere.

Poi tornate a casa o a lavoro e fatevi una bella tisana calda: due coccole in una!

Original image source: http://loveliegreenie.tumblr.com/

Original image source: http://loveliegreenie.tumblr.com/

Advertisements

Informazioni su elisabettagasperini

Psicologa Psicoterapeuta
Questa voce è stata pubblicata in consapevolezza e meditazione, Famiglia e futuri genitori, strategie di rilassamento e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 4 buone abitudini dei bambini che perdiamo da adulti #3 Stare all’aria aperta

  1. Pingback: 4 buone abitudini dei bambini che perdiamo da adulti #4 Giocare con il cibo | Elisabetta Gasperini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...